Pranoterapia Vibrazionale® a Roma

Sito del Maestro Guido PARENTE, Pranoterapeuta Vibrazionale, Naturopata Psicosomatico, Terapeuta di Medicina Vibrazionale con le Campane Tibetane


L’Ansia nell’approccio con il Metodo “Pranoterapia e Massaggio Armonico-Vibrazionale® con le Campane Tibetane”

L’Ansia

nell’approccio con il Metodo “Pranoterapia e Massaggio Armonico-

Vibrazionale® con le Campane Tibetane”  

 _______

Guido PARENTE

Pranoterapeuta Vibrazionale, Naturopata Psicosomatico Riza ,

operatore/docente Medicina Vibrazionale con le Campane Tibetane

 

Con il termine Ansia, si intende uno stato psichico, caratterizzato da sensazioni di paura, più o meno intensa e duratura nel tempo, stato spesso causato da varie fonti di stress, iper-attività lavorative, etc.

Nell’antichità il senso di pericolo, faceva scattare alcuni meccanismi che portavano il corpo ad aumentare le sue prestazioni, ad esempio, grazie ad una scarica di adrenalina sappiamo che si può correre più velocemente

Secondo alcuni studi effettuati sul cervello umano, l’ansia sarebbe causata da alterazioni della quantità di alcuni neurotrasmettitori, come per esempio un’eccessiva produzione di noradrenalina (l’ormone dello stress) ed una ridotta produzione di serotonina.

Crescite soggette a richieste via via sempre più crescenti di prestazioni, lavorative, umane, affettive hanno portato diverse persone a soffrire di tale patologia, chi non ha mai sentito parlare di “ansia da prestazione”?

Le statistiche ci informano che in Occidente, più di 400 milioni di persone soffre di ansia, con una percentuale elevata di donne tra i 30 e i 50 anni; spesso ad esserne colpiti, sono manager, ma anche dipendenti, e, elemento preoccupante, vi sono molti giovani tra i 7 ed i 18 anni.

Vediamo quanto il fenomeno Ansia sia uno dei mali del secolo: paradossalmente, tra le popolazioni aborigene tale malattia non esiste.

Al contrario, nella cosiddetta Società Industrializzata, un’esagerata necessità di lavoro, di essere sempre al top, sempre informati, ha causato una serie di problematiche incommensurabili.

Abbiamo ansie differenziate, che provengono dalla vita di tutti i giorni, dalla situazione economica che stiamo vivendo, dal leggere sui giornali notizie di guerre, di calamità naturali (es. il terremoto), ansia di prestazione, ansia di stare in luoghi affollati, ansia di non essere in grado di portare avanti il lavoro, ansia di perdere il posto di lavoro…

 

Caratteristiche dell’Ansia

È un brutto cocktail di emozioni negative, formato da: preoccupazioni, solitudine, depressione, paura, apprensioni, dolori al petto, crisi di panico, nausea, paura di non essere accettati.

Spesso le persone che soffrono di questo disturbo, oltre allo stress psicologico, soffrono di una serie di tensioni muscolari, emicranie, palpitazioni, nervosismi, facilità al pianto ed insonnia.

A tutto questo, spesso si accompagna un senso di inadeguatezza, di sentirsi mai a proprio agio.

In talune situazioni, si è verificato che fenomeni ansiogeni, siano stati provocati dall’uso di droghe e di sostanze tossiche.

 

Cura Allopatica

Le principali cure sono farmacologiche: vengono spesso prescritti ansiolitici come le benzodiazepine (es. Valium, Xanax, etc) e cure psicologiche e/o psicoterapeutiche cognitivo-comportamentali.

 

Trattamento Olistico

Per quanto attiene il settore olistico e del benessere, prima di tutto poniamo l’accento sul fatto che l’ansia non viene interpretata come una malattia al di fuori del corpo, ma strettamente connessa a corpo – mente-spirito.

L’individuo quindi, e non la somma delle parti, fisiche o psichiche, più o meno malate.

La Tecnica Pranoterapica, appartiene al mondo olistico (holos=intero), termine utilizzato per indicare un approccio che cerca di vedere le persone nella loro interezza, rispetto all’ambiente interno ed esterno.

Parliamo in questo caso di squilibrio energetico.

il Metodo  “Pranoterapia e Massaggio Armonico-Vibrazionale con le Campane Tibetane®” crea un legame magico, etereo e particolarmente indovinato per l’abbassamento dello Stress e per la riabilitazione emotiva della persona.

 

E’ un trattamento formato dal connubio di più tecniche:

  • Pranoterapia
  • Medicina Vibrazionale con le Campane Tibetane
  • Tecniche di rilassamento
  • Tecniche respiratorie
  • Meditazione

 

La Pranoterapia  è una terapia curativa antichissima, formata dalle parole PRANA, termine sanscrito (antica lingua indiana) che significa “soffio vitale” o “energia vitale” e dalla parola terapia.

Ma come si applica la Pranoterapia?

La sua applicazione viene fatta con l’imposizione delle mani del pranoterapeuta sul corpo del paziente ad una distanza di pochi centimetri o apponendo le mani su organi, su Chakra, o seguendo i punti dei meridiani della Medicina Tradizionale Cinese, come viene fatto anche per l’Agopuntura, la Moxa o per lo Shatsu.

La Pranoterapia, serve a ricreare o a rivitalizzare l’energia curativa propria di ogni essere vivente, come fa l’omeopatia, dando al corpo umano la possibilità di reagire alla malattia, diminuendo infezioni, irritazioni, infiammazioni aiutando così il Sistema Immunitario a ristabilire l’omeostasi.

Cosa sono le Campane Tibetane?

Le Campane Tibetane o Singing Bowls sono delle ciotole metalliche di forma tondeggiante, di colore dorato, nere o verdi, spesso con scritte in Sanscrito raffiguranti l’Ohm.

Esse sono composte da una lega che comprende i sette metalli planetari: Oro per il Sole, Ferro per Marte, Mercurio per il pianeta Mercurio, Rame per Venere, Stagno per Giove, Piombo per Saturno e infine Argento per la Luna.

Che sensazioni si possono avvertire? 

Alcune  persone, durante l’esperienza con il Metodo “Pranoterapia e Massaggio Armonico-Vibrazionale con le Campane Tibetane®”, si addormentano, altre persone  si emozionano, altre rimangono indifferenti, vi sono poi persone che sorridono, altre che raccontano di aver viaggiato e che desiderano trasmettere questa esperienza agli amici o ai loro familiari.

Il suono avvolge completamente il nostro spirito e il nostro corpo.

Attraverso il contatto con la campana, posizionata su alcuni punti del corpo, si percepiscono delle vibrazioni che attraversano ed accarezzano tutto il corpo, dai piedi alla testa, organi ed ossa comprese; per mezzo dell’udito ci si immerge in un viaggio armonico-sonoro sempre più magico e rilassante, attraversando note musicali mai ascoltate, il tutto composto da un cocktail di benessere, oblio e di un crescente senso di leggerezza.

A cosa  serve il Metodo “Pranoterapia Massaggio Armonico-Vibrazionale®”?

Il suono e le  vibrazioni della Campana Tibetana concorrono in maniera esponenziale per il riallineamento dei chakra, per la carica energetica ed per il benessere spirituale e fisico della persone.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il corpo umano, oltre che da organi, ossa e visceri è composto anche di vibrazioni, frequenze e onde di energia.

Sappiamo che  se un organismo è sano, esso vibra ad una giusta frequenza ed è ben accordato con sé stesso e con il mondo esterno come uno strumento musicale.

Spesso  chi ha sensazioni di carenza energetica,  disturbi di varia natura, ha anche una frequenza musicale distorta,  questo malessere è dato dalla presenza di blocchi energetici.

La terapia “Pranoterapia e Massaggio Armonico-Vibrazionale con le Campane Tibetane®”,stimola il processo di autoguarigione e di armonizzazione.

Per cosa indicato il Metodo “Pranoterapia Massaggio Armonico-Vibrazionale con la Campana Tibetana®”?

E’ indicato per:

  • energizzare ed armonizzare il sistema bioenergetico
  • equilibrare i chakra
  • sedare il nervosismo
  • ritrovare il proprio SILENZIO INTERIORE
  • Energizzare ed armonizzare il sistema bioenergetico
  • equilibrare i chakra
  • calmare il nervosismo
  • stimolare il SISTEMA IMMUNITARIO
  • migliorare tempi di Convalescenza
  • migliore l’efficienza del respiro
  • stimolare Processi Depurativi dell’organismo
  • risolvere i più comuni disturbi del sonno
  • risolvere problemi ansiolitici dovuti a problemi di natura PSICOSOMATICA
  • favorire la PACE INTERIORE

 

 

 

 

Molto indicato per abbassare o eliminare sensazioni di:

  • Ansia
  • Angoscia
  • Stress Depressione (in sinergia con uno Psicologo)

 

Cos’è il Mix di Pranoterapia e Campana Tibetana?
Ho potuto verificare che, dopo il normale trattamento di Pranoterapia, che agisce in maniera profonda e intensa sul corpo sottile, a seconda del disturbo o della patologia sofferta, eseguendo il Trattamento “Pranoterapia e Massaggio Armonico-Vibrazionale con le Campane Tibetane®“, le persone traggono sensazioni di leggerezza e armonia, sensazioni di torpore e soprattutto il sorriso sulle labbra.

Attraverso il contatto con la campana, posizionata sui punti chakra, si percepiscono delle vibrazioni che attraversano ed accarezzano tutto il corpo.
Fin’ora ho visto la gioia, lo stupore, la serenità ed il sorriso materializzarsi sul viso di diverse persone, ma l’esperienza che conservo nel mio cuore è quella di una signora che ha scoperto di poter superare i propri momenti di disagio e la possibilità di ricominciare a sognare.
Un primo riscontro facilmente percepibile avviene sul rilassamento mentale, immediatamente dopo il primo trattamento il mix di suoni e vibrazioni ci porta in una dimensione sconosciuta, ma molto gradevole, è l’effetto del rinnovamento della VIBRAZIONE UNICA.
Il secondo riscontro avviene sulla qualità del sonno, che ritorna (eliminando disturbi neurovegetativi) rigenerante, e avremo così, una forma di rilassamento più intimo e profondo. Direttamente consequenziale al secondo riscontro, ci sarà una maggiore concentrazione, e un maggiore equilibrio psico-fisico.
A livello psichico potranno avvenire emersioni di ricordi dolorosi, stati di ansia, amarezza ed il consequenziale risanamento emotivo con il pianto liberatorio.

Vi sarà inoltre, grazie allo scioglimento di blocchi, una maggiore e diffusa energizzazione corporea che porterà a sua volta a rinforzare le energie di auto guarigione.

Riporto qui una bellissima testimonianza di una signora sul Metodo “Pranoterapia Massaggio Armonico-Vibrazionale con la Campana Tibetana®”

“Caro Guido,

è mia intenzione ringraziarti pubblicamente per avermi tolto un dolore atroce annidato nell’animo…..la perdita di una persona cara.

Non esistono farmaci che possano aiutare, non è come un mal di schiena, solo il tempo può lenire il dolore sordo che ti accompagna giorno e notte….ma ne deve passare tanto…..e tu con la “Pranoterapia e le Campane Tibetane” in pochissime sedute hai miracolosamente accorciato quel tempo!

Invito con questo mio messaggio tutte le persone che soffrono un dolore non fisico a rivolgersi a te che hai un dono meraviglioso.

Grazie di cuore!

Paola B. 28 Agosto 2010”

©2012 Guido Parente. SIAE 2012. All rights reserved

Annunci


Olismo e Marketing – Guido Parente

 

Olismo e Marketing

_______________________

Guido Parente

 

Quando ero piccolo, incontravo spesso persone che mi dicevano sei un “guaritore nato”, un pranoterapeuta, un sensitivo.

Plausibilmente, per me tutto questo mi incuriosiva e mi spaventava al contempo.

Mio padre, medico, morì di incidente di aereo nel ’63, quando io avevo appena 9 mesi, e purtroppo non ebbi la possibilità di chiedere ad alcuno della famiglia se “il dono della pranoterapia” fosse condiviso con altri rappresentanti della mia famiglia.

Di sensazioni ne ho sempre avute tante, belle, brutte, entusiasmanti, vivide, ma dovettero passare diversi anni perché comprendessi appieno in cosa consistessero.

Da sempre, ebbi il desiderio di poter portare benessere, o togliere il dolore a familiari e ad amici.

Sono stato altresì, attratto da sempre a cercare di comprendere il mondo intorno a me in una globalità, un mix di più elementi.

Penso sia stato questo che mi ha spinto a studiare il marketing e a trovare degli incredibili punti di contatto con gli studi olistici, probabilmente, molte persone leggendo questo “storceranno il naso”, in realtà vedremo quanti e quali siano i punti di contatto tra questi due mondi.

Prima di tutto, è importante porre l’accento sull’olismo, cos’è ? perché se ne parla tanto?

Holos=intero, con tale termine si  indica un approccio globale, che cerca di vedere le persone nella loro interezza, nella loro globalità, nel loro essere corpo-spirito-mente, rispetto all’ambiente interno ed esterno.
Parliamo quindi dell’individuo e non della somma delle parti, fisiche o psichiche, più o meno sane.

Con questo assioma, riconosciuto da tutti coloro che praticano le discipline olistiche, ci diventa più chiaro che ogni volta che viene nel nostro studio un cliente, con una qualsiasi problematica/patologia, siamo portati a fare uno screening globale della sua vita, delle sue abitudine di vita, di cosa si nutre, se vive periodi positivi o meno nelle sue inter-relazioni sociali, quali siano le sintomatologie.

In seguito, grazie ai nostri studi, alle nostre percezioni, inizieremo ad usare una disciplina olistica o un mix di discipline olistiche ad hoc per quella persona.

Ebbene consideriamo ora cos’è il marketing.

Per me, il Marketing è uno straordinario cocktail di principi, tecniche e strumenti presi in prestito dalla macro e dalla micro economia, dalla finanza, dalla sociologia, dalla psicologia, dalla ricerca operativa, dalla comunicazione, messi insieme per arrivare a formulare delle soluzioni competitive.

È chiaro che l’olismo e il marketing abbiano una grande differenza di fondo, uno è volto a portare il benessere alle persone e l’altro è volto a creare delle scelte nella vendita di un prodotto.

Paradossalmente possiedono entrambi una “Mission”.

Capire cosa siamo, come potremmo essere di aiuto nei confronti delle persone che si affidano a noi, ci deve rendere “responsabili” e questo ci porta ad essere seri, ad allontanare tutte quelle persone “approssimative” che purtroppo hanno invaso le arti olistiche.

La mancanza di una vera legislatura sulle discipline olistiche, ha favorito tutto questo, la legge 4/2013 ha iniziato a portare risalto e luce nel settore olistico, spero che presto vi sia la corretta possibilità che si creino albi e normative valide.

La grande versatilità del marketing ne fa una potente arma gestionale: identificare il cliente, definire quali possono essere le sue necessità/bisogni, migliorare la comunicazione, scoprire nuovi utilizzi dello stesso prodotto, seguire nuovi orientamenti, creare sinergie.

Del resto, nell’olismo, non è vero che dobbiamo comprendere:

  • Chi è il nostro cliente/paziente?
  • una volta compreso di che patologia soffre, trovare il rimedio/disciplina olistica adeguato?
  • Capire come comunicare le nostre sensazioni nel linguaggio più comprensibile
  • Creare sinergie lavorative con altri operatori olistici al fine di essere di effettivo aiuto
  • Organizzare corsi di aggiornamento

 

Anni fa, quando approdai agli studi olistici, venni colpito da queste curiose sinergie tra due settori che sembravano tanto diversi e lontani, ma, ora che sono al termine dei miei studi di naturopatia psicosomatica, mi rendo conto sempre di più di quanto invece queste due entità possano coesistere insieme, nel rispetto di entrambe.

L’aspetto più importante a parer mio nasce dalla modalità ascolto.

Nel mondo odierno le persone vanno di fretta, sono interessate adiverse dinamiche, sono diventate egoiste, tendono a “sentire”.

Cosa differisce tra “sentire e ascoltare”?

Sentire è passivo, l’ascolto è attivo.

Se riesco a comprendere come ascoltare, ho la possibilità di entrare in maggiore sintonia con le problematiche del mio cliente/paziente, riuscirò sicuramente ad essere maggiormente attento a derubricare, a decodificare i segnali che il suo “corpo” mi manda.

Da quando iniziai anni fa a insegnare tecniche di vendita, comunicazione nel marketing e poi nei miei insegnamenti nelle discipline olistiche, ho teso sempre a cercare di avere una comunicazione semplice, adeguata al mio interlocutore.

Detesto chi parla “difficile” per darsi un “tono”.

Tutto questo crea “distanza”.

Non è questo che è necessario fare. A parer mio se vogliamo essere dei “portatori di luce”, dei bravi operatori olistici, è necessario essere più umili, più in contatto con la gente e studiare il più possibile nuove tecniche, creare sinergie lavorative adeguate al nostro lavoro.

Impariamo dai nostri errori, impariamo ad esserci.

Non chiudiamoci in noi stessi o in stupidi atteggiamenti di chiusura per paura che “ti tolgano il lavoro”, se sei in gamba, se sei un operatore volto a risolvere i problemi (un Solution Manager nel marketing) le persone verranno da te.

Continuo da anni a cercare di creare lavoro, anche dove non c’è!

Impariamo ad aiutarci tra di noi!

©2014 Guido Parente. All rights reserved

 

 


La Pranoterapia e la Sciatica

sciatica-e-pranoterapia

La Pranoterapia e la Sciatica

Guido PARENTE
Pranoterapeuta Vibrazionale

Per sciatalgia o sciatica si intende una sensazione di intenso dolore alla gamba causata dall’irritazione del nervo ischiatico (o nervo sciatico).
Colpisce uomini e donne con uguale frequenza, più spesso tra i 30 e i 50 anni. È il più frequente motivo di assenza dal lavoro al di sotto dei 45 anni.
Nella maggior parte dei casi il dolore si risolve entro due settimane, ma sono frequenti le ricadute(fino a 40% dei casi).
Generalmente, il dolore viaggia dalla parte posteriore della coscia fino al retro dello stinco, oppure in altri casi, fino al 1° o al 5° dito del piede,.
Oltre al dolore, ci può essere sensazione di torpore e la difficoltà nel muovere o controllare la gamba, il dolore può avere intensità variabile: può essere lieve, oppure dare fitte pungenti e una sensazione di bruciore, può essere lancinante, in certi casi può assomigliare ad una scossa elettrica improvvisa.
Di solito, la sintomatologia dolorosa è percepita da un solo lato del corpo.

Cause della Sciatica

La compressione del Nervo Sciatico può essere ascritta a molteplici cause:

 Eccesso di peso
 Utilizzo di tacchi alti
 Ernia del disco
 Gravidanza
 Attività lavorativa
 Seduti troppo a lungo
 Torsioni del busto
 Sindrome Piriforme

Cura Allopatica

La terapia allopatica, si basa per lo più sull’utilizzo di rilassanti muscolari, farmaci antiinfiammatori (FANS), cortisonici orali.

A livello fisioterapico, terminata la fase acuta del dolore, il medico ed il fisioterapista possono attuare un programma di riabilitazione comprendente:

o esercizi posturali,
o rafforzamento dei muscoli che sostengono la schiena,
o stretching sotto controllo fisioterapeutico,
o massaggi per far rilassare le muscolature, andando così a decomprimere il nervo sciatico.

Trattamenti Olistici

Vi sono vari rimedi naturali per combattere in maniera forse meno incisiva, ma sicuramente meno devastante dell’utilizzo di farmaci tale patologia, tra questi rimedi, ricordo l’uso di:

 La Tecnica Alexander, è un metodo di rieducazione posturale che si basa essenzialmente sull’adeguato allineamento della testa, del collo e della colonna vertebrale; il suo scopo è insegnare l’uso corretto del corpo per promuovere la funzionalità dell’organismo nella vita quotidiana è un metodo capace di ripristinare il funzionamento ottimale dei meccanismi posturali e di restituire dunque al soggetto una nuova leggerezza e vitalità cancellando le tensioni muscolari inutili e ottimizzando la resa di quelle utili;

 Lo Shatsu, principalmente, si può iniziare il trattamento partendo dalla regione lombare, glutea e il punto Namikoshi, la colonna vertebrale e i punti relativi al nervo sciatico inferiore e superiore.

 Il Tuina, che è un particolare tipo di massaggio ancora poco conosciuto in Italia, che si effettua con mani, dita e gomiti ed utilizza una vasta gamma di tecniche vigorose e rilassanti: frizioni, pressioni, spinte, trazioni e rotazioni

Trattamento Pranoterapeutico

Grazie alla mia esperienza di Pranoterapeuta, ho potuto verificare nel corso degli anni, in base agli studi svolti e all’esperienza che, mediante l’apposizione delle mie mani, riesco ad alleviare stati infiammatori, anche molto gravi.

Il trattamento Bio-pranoterapeutico, si svolge principalmente, trattando il nervo sciatico, partendo dal tronco verso la gamba e/o il piede, si agirà inoltre, sulla parte discale (ove fosse presente un’ernia del disco) a pochi centimetri dalla pelle e si assorbirà il flegma, sedando l’infiammazione.

Riporto la testimonianza della signora Emanuela, che grazie a dei trattamenti di pranoterapia, nel 2011 ha potuto risolvere questa problematica:
“Ho trovato il Dr Guido Parente per coincidenze della vita, su Facebook. Dopo aver avuto uno scambio di mail, abbiamo avuto un cordiale colloquio telefonico per sapere quali fossero i miei problemi e, in seguito a questo, mi sono recata nel suo Studio.
Sono un’infermiera (quindi assuefatta, abituata alla terapia convenzionale della medicina occidentale), in breve, sono rimasta bloccata in servizio da un “colpo della strega” (2008).
Dopo ripetute RMN è stata stilata diagnosi di “Protusione vertebra dorsale 10, ernia dorsale 11 ed Espulsione di ernia lombare 5 e sacrale 1 di circa 15mm, EMG (elettromiografia) arti inferiori positiva, con degenerazione cronica del Nervo Sciatico”.

In sintesi, forte dolore alla schiena, grandi difficoltà di dormire in qualsiasi posizione, sensazione di avere come una scossa all’intera gamba e dolori molto forti solo al semplice sfioramento cutaneo ed addormentamento della stessa in posizione seduta.

Mi è stata consigliata una terapia ciclica con cortisone, antidolorifici, miorilassanti, fisioterapia individuale, ginnastica posturale, agopuntura nelle riacutizzazioni, plantari adatti e scarpe per lavorare piuttosto costose.

Da questa terapia ho avuto benefici saltuari, ernia tornata contenuta, ma sintomatologia in media sempre presente finché…ho sentito le Campane Tibetane ed ho parlato con il Dr Parente.

Abbiamo avuto tre incontri, nei quali si sono fusi suoni, vibrazioni, contatti energetici di calore scaturiti dalle sue mani, (…omissis)

Dal secondo incontro il dolore è regredito notevolmente, ora a destra c’è solo una sensazione di “ovattamento” e riesco a toccarmi la gamba senza sentire la micidiale scossa e..
ancora piango perché ho capito che quando pensi di non avere una via d’uscita, devi fermarti, aprire la tua mente, il tuo cuore e le tue orecchie, per percepire che intorno a te si sta aprendo una strada, c’è un ponte che ti faciliterà il passaggio verso la riuscita…

Il mio ponte è stato Guido

GRAZIEEEEE

Emanuela F., Roma 22 Settembre 2011
La pranoterapia non è un’alternativa alla medicina tradizionale e, quindi, non comporta assolutamente la sospensione di cure farmacologiche o trattamenti medici, ma anzi collabora in maniera fattiva ed in sintonia con il medico

Inoltre:
La Pranoterapia non è miracolosa, ma in taluni casi può curare ed in altri, agendo con le prescrizioni mediche, può facilitare guarigioni.

Guido Parente Pranoterapeuta
http://guidoparente.com
©2013 Guido Parente. SIAE 2013. All rights reserved


La Sinusite nell’approccio con la Pranoterapia

La Sinusite

nell’approccio con la Pranoterapia

sinusite-e-pranoterapia 

 

Guido PARENTE

Pranoterapeuta Vibrazionale 

 

Per Sinusite, si intende un processo infiammatorio, acuto o cronico delle mucose dei seni paranasali e frontali, tale patologia, può manifestarsi molto frequentemente nel periodo invernale.

 

La Sinusite è spesso causata da una rinite di origine virale (virus), batterica, da funghi oppure allergica.

 

Possono causare l’insorgenza di tale patologia anche i tuffi, il nuoto e lesioni che delimitano i seni paranasali.

 

Vi sono inoltre, delle zone climatiche che possono agevolare la sinusite, zone con climi umidi ed afosi, zone ove vi siano delle forti escursioni termiche, zone inquinate.

 

Esistono principalmente tre tipi di sinusite:

 

  1. la sinusite acuta.

Sintomatologia classica della malattia chiamata rinorrea (fuoriuscita di muco o pus dal naso), febbre e cefalea che si risolvono in pochi giorni.

 

  1.  la sinusite cronica.

È invece legata a stati infiammatori correlati spesso a loro volta da condizioni ambientali e/o da problemi allergici, che danno luogo a forme infettive ricorrenti che provocano mal di testa, ostruzione nasale, febbre di lieve entità.

 

  1. La sinusite ricorrente

Se vi sono durante l’anno più di tre recidive

 

 

 

Sintomi della Sinusite

 

La sintomatologia più ricorrente della Sinusite è composta da:

 

  • Ostruzione nasale con secrezione
  • Mal di testa
  • Anosmia (incapacità di percepire odori)
  • Stanchezza
  • Voce di timbro nasale
  • Tosse
  • Febbre
  • Dolore facciale
  • Sensazione di pressione a livello facciale
  • Orecchie tappate

 

 

Cura Allopatica

 

La terapia allopatica, si basa per lo più sull’utilizzo di antibiotici, antinfiammatori, cortisone, antistaminici, terapia aereosolica con farmaci, lavaggi nasali con soluzioni idrosaline, spray ad uso topico-decongestionante per la mucosa nasale.

 

Spesso nelle forme croniche viene consigliata la terapia termale.

 

 

Trattamenti Olistici

 

Vi sono vari rimedi naturali per combattere in maniera forse meno incisiva, ma sicuramente meno devastante dell’utilizzo di farmaci tale patologia, tra questi rimedi, ricordo l’uso di:

 

Sulfumigi, formati da acqua con l’aggiunta di oli essenziali  a base di eucalipto, timo e rosmarino, menta che aiutano a liberare le vie respiratorie.

 

Tisane calde con erbe balsamiche addolcite con il miele aiutano altrettanto a liberare il naso chiuso.

Fiori di Bach:  Crab apple è un fiore di Bach utile nei casi di sinusite: è un grande depurativo dell’organismo, ha azione astringente e proprietà disinfettanti.

 

 

Trattamento Pranoterapeutico

 

Per la mia esperienza di Pranoterapeuta, ho verificato nel corso degli anni, in base agli studi svolti e all’esperienza che mediante l’apposizione delle mani  riesco ad alleviare stati infiammatori, anche molto gravi.

 

Il trattamento si svolge principalmente, trattando il Sistema Immunitario, il Sistema Linfatico e il Viso nella parte relativa ai seni frontali e nasali, a cui unire i punti della Medicina Tradizionale Cinese.

 

Inoltre per mia abitudine, seguo sempre i dettami della Medicina Tradizionale Cinese.

Per la MTC,  infatti, la sinusite è associata a Vento freddo o caldo nel Polmone, Calore della Vescica Biliare, Umidità-Calore della Milza, deficit di Qi in entrambi gli organi, sia Polmone che Milza.

I punti su cui intervenire  sono:

 

ZU SAN LI (sotto il bordo inferiore della rotula, a lato della cresta tibiale anteriore), tonifica Milza e   Stomaco;

 

HE GU (sul lato radiale dell’indice, all’altezza del punto medio del II metacarpo) che tonifica il Qi;

 

FENG CHI (nella depressione fra i muscoli sternocleidomastoideo e il trapezio), che elimina il Vento e purifica il Calore;

 

TAI CHONG   (sul dorso del piede, nella depressione distale all’articolazione fra il I e il II metatarso), che tonifica e regola il Fegato, regola e raffredda il sangue;

 

 

Riporto la testimonianza della signora Anna, che grazie a dei trattamenti di pranoterapia, nel 2008 ha potuto risolvere questa problematica:

 

“Soffro di Sinusite Cronica da alcuni anni, dopo aver provato varie cure mediche mi stavo ormai rassegnando a convivere con questa fastidiosissima patologia.

Ho sentito parlare del Pranoterapeuta Dr Guido Parente da una mia cara amica e dopo sue varie insistenze ho voluto provare la Pranoterapia.

Ebbene, mi rammarico di non averlo fatto prima!

Sono andata con molte esitazioni e perplessità da questo signore, mi ha colpito subito la sua gentilezza e il suo modo di mettermi a mio agio, dicendomi subito che il trattamento di pranoterapia è lontano da stregonerie e miracolismi.

Il trattamento sarà durato circa un’oretta, che è passata in maniera molto piacevole e…incredibile quando mi sono rialzata dal lettino…respiravo!

Il mio naso era libero!

Una sensazione stupenda!

Dopo pochi trattamenti sono riuscita ad avere una vita normale, lasciando a casa i vari spray per respirare…e questa è veramente una liberazione!

Ringrazio il dottor Guido Parente per la sua professionalità, per il suo modo di “lavorare con il cuore” e per avermi aiutata a stare bene”

Anna M., novembre 2008

 

La pranoterapia non è un’alternativa alla medicina tradizionale e, quindi, non comporta assolutamente la sospensione di cure farmacologiche o trattamenti medici, ma anzi collabora in maniera fattiva ed in sintonia con il medico

 

Inoltre:

La Pranoterapia non è miracolosa, ma in taluni casi può curare ed in altri, agendo con le prescrizioni mediche, può facilitare guarigioni.

 

Guido Parente Pranoterapeuta 

http://guidoparente.com

©2013 Guido Parente. SIAE 2013. All rights reserved

 


Lascia un commento

Pranoterapia a Roma – Guido Parente

Il prana è l’essenza della vita ed è l’energia che governa tutto.
 il PRANOTERAPEUTA è solamente colui che ha una predisposizione maggiore ad accumulare prana ed ha
quindi la possibilità di distribuirlo a beneficio di chi ne ha carenza.
La terapia, si basa sul ripristino delle normali energie del soggetto in questione che, entrando in contatto con il prana del terapeuta, acquisisce un equilibrio energetico e perciò un rinnovato stato di benessere.
Così come l’intervento terapeutico naturale  (o omeopatico) mira a potenziare le difese proprie dell’organismo e della persona intera, nella stessa fattispecie il PRANOTERAPEUTA, interferendo con il suo campo sano  (in qualità e quantità), rettifica e armonizza il campo malato dell’altra persona, ricreando in tal maniera la vibrazione di autoguarigione del paziente.
Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il corpo umano, oltre che da organi, ossa e visceri è composto anche di
vibrazioni, frequenze e onde di energia.
Infatti se un organismo è sano, esso vibra ad una giusta frequenza ed è ben accordato con sé stesso e con il mondo
esterno come uno strumento musicale.
Spesso chi ha sensazioni di carenza energetica, disturbi di varia natura, ha una frequenza musicale distorta,
sappiamo che questo malessere è dato dalla presenza di blocchi energetici.
Acidità di stomaco, Acufeni,  Ansia, Artrite Reumatoide, Artrosi,  Borsite, Bronchite, Cefalea, Cervicale,
Depressione (in sinergia con uno Psicologo), Dolore, Emicrania, Emorroide, Epicondilite, Faringite,  Fumo, Gastrite, Gravidanza  (nausea, vomito, schiena), Herpes Zoster, Insonnia,  Sciatica, Singhiozzo, Stitichezza,  Stress, Tendinite,  Trigemino, Tumori  (Riequilibrio Energetico).
La pranoterapia non è un’alternativa alla medicina tradizionale e, quindi, non comporta assolutamente la sospensione di cure farmacologiche o trattamenti medici, ma anzi collabora in maniera fattiva ed in sintonia con il medico.
Info e
Contatti
Pranoterapeuta Vibrazionale
Naturopata
Guido Parente
Ricevo su appuntamento, il pomeriggio, a ROMA:
dal LUNEDI’ – VENERDI’ presso lo Studio Naturopatia e Pranoterapia Guido PARENTE” – via Arezzo  54-   00161 ROMA (Piazza Bologna) Metro Bologna
tel: +39 333.8593007
Effettuo inoltre terapie a domicilio su appuntamento

Cell: (+39) 333.8593007
E-mail: guidoparente@alice.it
Skype:


Lascia un commento

“Massaggio Armonico Antistress con le Campane Tibetane®”

“Massaggio Armonico Antistress con le Campane Tibetane®

Metodo

Guido PARENTE

Il Trattamento “Massaggio Armonico Antistress con le Campane Tibetane®” crea un legame magico, etereo e particolarmente indovinato per l’abbassamento dello Stress e per la
riabilitazione emotiva della persona.

Cosa sono le Campane Tibetane?

Le Campane Tibetane o Singing Bowls o Cloche Tibetaines, sono delle ciotole di forma tondeggiante, di colore dorato, nere, argentate o verdi, spesso con scritte in sanscrito raffiguranti l’Ohm o i Chakra.

Esse sono composte da una lega che comprende i sette metalli planetari:
Oro per il Sole, Ferro per Marte, Mercurio per il pianeta Mercurio, Rame per Venere, Stagno per Giove, Piombo per Saturno e infine Argento per la Luna.

Che sensazioni si possono avvertire?

Alcune persone durante l’esperienza del “Massaggio Armonico Antistress con le Campane Tibetane®” si addormentano, altre persone si emozionano, altre rimangono indifferenti, vi sono poi persone che sorridono, altre che raccontano di aver viaggiato e che desiderano trasmettere questa esperienza agli amici o ai loro familiari.

Il suono avvolge completamente il nostro spirito e il nostro corpo.

Attraverso il contatto con la campana, posizionata su alcuni punti del corpo, si percepiscono
delle vibrazioni che attraversano ed accarezzano tutto il corpo, dai piedi alla testa, organi ed ossa comprese; per mezzo dell’udito ci si immerge in un viaggio sonoro sempre più magico e rilassante, attraversando note musicali mai ascoltate, il tutto composto da un cocktail di benessere, oblio e di un crescente senso di leggerezza.

A cosa serve il Massaggio Armonico Antistress?

Il suono e le vibrazioni della Campana Tibetana concorrono in maniera esponenziale per il riallineamento dei chakra, la carica energetica ed il benessere spirituale e fisico della persone.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, il corpo umano, oltre che da organi,
ossa e visceri è composto anche di vibrazioni, frequenze e onde di energia.

Sappiamo che se un organismo è sano, esso vibra ad una giusta frequenza ed è ben accordato con sé stesso e con il mondo esterno come uno strumento musicale.

Spesso chi ha sensazioni di carenza energetica, disturbi di varia natura, ha una frequenza musicale distorta, questo malessere è dato dalla presenza di blocchi energetici.

La terapia ” Massaggio Armonico Antistress con le Campane Tibetane®”, stimola il processo di autoguarigione e di armonizzazione.

Per chi è indicato il “Massaggio Armonico Antistress con la Campana Tibetana®”?

E’ indicato per:

energizzare ed armonizzare il sistema bioenergetico
equilibrare i chakra
calmare il nervosismo
ritrovare il proprio SILENZIO
INTERIORE
Energizzare ed armonizzare il sistema bioenergetico
Equilibrare i chakra
Calmare il nervosismo
Stimolare il SISTEMA IMMUNITARIO
Migliorare tempi di Convalescenza
Miglioramento dell’efficienza del respiro
Stimolare Processi Depurativi dell’organismo
Risolvere i più comuni disturbi del sonno
Risolvere problemi ansiolitici dovuti a problemi di natura PSICOSOMATICA
Favorire la PACE INTERIORE
Ma anche per abbassare o eliminare sensazioni di:

Ansia
Angoscia
Stress
Depressione (in sinergia con uno
Psicologo)
Risolvere i più comuni disturbi del
sonno
Un primo riscontro facilmente percepibile avviene sul rilassamento mentale, immediatamente dopo il primo trattamento il mix di suoni e vibrazioni ci porta in una dimensione sconosciuta, ma molto gradevole, è l’effetto del rinnovamento della VIBRAZIONE UNICA.

Il secondo riscontro avviene sulla qualità del sonno, che ritorna (eliminando disturbi neurovegetativi) rigenerante, e avremo così, una forma di rilassamento più intimo e profondo.

Direttamente consequenziale al secondo riscontro, ci sarà una maggiore concentrazione, e un maggiore equilibrio psico-fisico.

A livello psichico potranno avvenire emersioni di ricordi dolorosi, stati di ansia, amarezza ed il consequenziale risanamento emotivo con il pianto liberatorio.

Vi sarà inoltre, grazie allo scioglimento di blocchi, una maggiore e diffusa energizzazione corporea che porterà a sua volta a rinforzare le energie di auto guarigione.

Per informazioni su Trattamenti e Corsi contattare:

guidoparente@alice.it
+39 333 8593 007

©2010 Guido Parente. SIAE 2010. All rights reserved